lunedì 15 giugno 2009

"INUTILI" IDIOTI

SANREMO, Lunedì 15 giugno 2009

Anche oggi gli "inutili" idioti non si smentiscono:

Osva, un uniforme, mefitica, mortale e densa poltiglia chimica ci sovrasta. Che cosa stanno facendo? Stanno avvelenando e desertificando il pianeta, dopo aver distrutto l'ozonosfera e la magnetosfera.
Step by step: un po'di pazienza e ne vedremo delle belle. Ciao
By Zret, at 15 giugno, 2009 20:30


Ma “prof”, va bene che la scuola è finita, ma hai già dimenticato che “un uniforme …. poltiglia” è un grave errore?


La foto sopra mostra temperatura (24.9°) e percentuale di umidità (75%), a Sanremo, alle ore 22.53.
Straker, come al solito, è sull'altra dimensione del "terrazzino"...

Umidità relativa quasi mai superiore al 35 % e nebbie chimiche di ricaduta. Visibilità ridotta, affezioni respiratorie più o meno serie, cielo oscurato. Questa è Sanremo, ma anche gran parte del resto del mondo sottoposto ad irrorazione. Mi preoccupaerei poco delle temperature.
Avete notato l'assenza di nebbia naturale sulla val Padana da qui a qualche anno?
By Straker, at 15 giugno, 2009 22:23

Finis.
By Zret, at 15 giugno, 2009 22:25


Stamattina - ore 11.27 - umidità elevata
Ore 11.28
Una delle pochissime scie viste (da me) oggi - ore 14.22
La "Chiesa Russa" alle ore 18.42
Foschia bassa e abbastanza azzurro più in alto - ore 18.42
Formazione nuvolosa con sciame di uccelli - ore20.19
Tramonto con dense foschie oggi a Sanremo.
Le foto sono state fatte da Poggio di Sanremo dalle ore 21.07 alle 21.10

In fotografia non ha reso bene: dal vivo era bellissimo il riflesso dorato sul mare...

NUVOLE E NEBBIE STORICHE

Questa fotocartolina databile alla fine degli anni '30 del secolo scorso dimostra che, anche se Strak non era ancora nato, a Sanremo gli aerei irroravano mooolto pesantemente!
Da notare le "scie chimiche" all'altezza di Monte Bignone e le formazioni nuvolose più basse; già allora usavano le scie per dissolvere le nubi e provocare il "di tutto e di più".
E non mi vengano a dire che ho "azzurrato" il cielo con Photoshop!
Bona a vui - mala ai belinun...

43 commenti:

Skeptic ha detto...

OK, letto anche WASP (PER PRIMO!), posso andare a dormire.

Pirata Pantani ha detto...

Posso provarti, con video alla mano che il 2 giugno, in occasione di una pesante irrorazione a quota cumuli che puoi anche vedere sul mio blog, l'umidità è sceda dal 41% che c'era all ore 1128 velocemente fino al 28% alle 1140. (si che Coldirodi ha una quota più alta, però in 250 metri di altezza non scende molto la % di umidità).
Un'altro giorno, il 14 giugno mi pare (qui però non ho fatto foto) alle 1750 ho misurato a Sanremo un umidità del 35%.
Altre volte ho controllato l'umidità a casa mia, di solito si attesta intorno al 40%.
Poi per carità, ci sta che ci sia anche una giornata più umida delle altre (o con meno passaggi aerei, che dir si voglia...) cmq quello illustrato da Straker è il trend giusto (tra l'altro se la misuri alle 11 di sera, dipende da dove abiti, la misurazione potrebbe essere influenzata dall'aria che scende dai versanti di Monte Bignone o altri versanti)
Sarà mia cura tenerti aggiornato quando torno nel prox weekend (che purtroppo sarà l'ultimo, poi ci rivediamo a settembre, intanto continua pure a informare a modo tuo)

Pirata Pantani ha detto...

Le misurazioni le ho fatte con una stazioncina meteo della Oregon Scientific che, per averla provata vicino ad altri igrometri, mi pare sia piuttosto precisa, oltre che veloce nell'aggiornare i dati (più o meno una scansione al minuto)

Anonimo ha detto...

"Avete notato l'assenza di nebbia naturale sulla val Padana da qui a qualche anno?"
Zret

@Zret
Ma ci sei o ci fai?
Credo purtroppo che tu ci sia

RB211 ha detto...

Zret lo sai perché le nebbie in val padana (e ad esempio anche a Londra) sono diminuite notevolmente negli ultimi 20 anni?

Perché una cosa sana la civiltà occidentale l'ha fatta: ha ridotto drasticamente le emissioni di particolati nell'atmosfera, ora le goccioline d'acqua presenti nella nebbia non sanno più dove "attaccarsi"

gg ha detto...

ma quello che mi fa più incazzare è che vuol sapere tutto lui!La nebbia fuori Bologna c'è ancora, a ottobre e novembre e parte in primavera.
Parola di Bolognese doc.

Riccardo ha detto...

@pirata pantani: mi sa che devi tararti l'igrometro. I valori che riporti non sono solo poco realistici: sono del tutto incredibili. E, guarda caso, contrastano con i dati delle stazioni meteo.
Quanto poi alla supposta correlazione con le supposte "irrorazioni"... mi sa che si tratti di una supposta e basta. Qualunque statistico sulla base di quei dati ti manderebbe non dico dove.
Ah, un altro si scrive senza apostrofo...

Ps se vuoi veramente misurare l'umidità, procurati due termometri (precisi) e un batuffolo di ovatta... è molto meglio.

The Foe-Hammer ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
The Foe-Hammer ha detto...

Pirata cosa ci vai a fare il weekend a Sanremo ? Vai a trovare il comadante strakkino taroccher per fare le misure con i suoi strumenti farlocchi ?
I tuoi video poi te li ha sitemati o'comandante ?
Se queste sono le prove che hai, valgono come quelle di strakkino:
0 assoluto
Per quanto riguarda le tue statistiche fatte alla c..o di cane ha gia' risposto Riccardo.
Un altra cosa ho visto che nel tuo profilo non c'e' quello che avevi detto essere il tuo nome. Stai forse pensando di cambiarlo ?


Per zret
ci sei mai stato in pianura padana d'inverno ? Guarda che la nebbia e' scomparsa dalle citta', ma prova ad andare nella campagna poi vediamo se non ti perdi in mezzo alla nebbia

Akard ha detto...

Ma soprattutto... le nebbie prima si formavano perché c'erano molti più campi. Ora che ci hanno costruito sopra, non ne sono rimasti quasi più :D

Nico ha detto...

pirata, hai comprato poi il libro di meteorologia come ti consigliavo, o ti stai improvvisando come fa marcianò?

Sai dirmi quali fattori modificano il tasso di umidità nell'aria?

E sai dirmi che tipo di umidità hai rilevato tu?

Se proprio non ti va di spendere soldi o solo non ti va di studiare (non c'è nulla di male in questo, non lo dico in senso negativo.. c'è chi in alternativa preferisce farsi le canne o chi ama vivere a casa con la mamma a 50 anni.. son scelte) su un libro, puoi anche leggere una breve descrizione su wikipedia.

Wasp ha detto...

@ Pirata Pantani
Visto quello che scrivi, non meriteresti nemmeno di essere preso in considerazione. Ma, solo per stavolta, ti dimostro che dici delle belinate degne solo di quel folle di strak.
Tu dici: Posso provarti, con video alla mano che il 2 giugno, in occasione di una pesante irrorazione a quota cumuli che puoi anche vedere sul mio blog, l'umidità è sceda dal 41% che c'era all ore 1128 velocemente fino al 28% alle 1140.
Punto 1 - il 2 giugno la "pesante irrorazione" è avvenuta solo dentro il tuo cervello; evidentemente ci hai dato di vino buono e superalcoolici in quantità da giga+mega+bottiglie.
Punto 2 - sul tuo blog non c'è assolutamente niente: né foto né tantomeno filmati.
Punto 3 - il tuo igrometro è uno dei più inaffidabili esistente sul mercato come dichiarano con i loro commenti gli appassionati in materia.
Punto 4 - il giorno 2 giugno 2009 è stata una giornata splendida ed è stata da me ampiamente documentata e dimostrata col post "Special Monte Bignone": riguardatelo!
Punto 5 - "il 14 giugno ho misurato..." ma non stavi a Spezia?
Punto 6 - intanto continua pure a informare a modo tuo) Per tua conoscenza e norma, io sicuramente informo a modo mio; non mi lascio incantare dai dettami del tuo guru; non pubblico foto di pinete bruciate dagl'incendi dicendo che sono la prova delle irrorazioni di zolfo; io mi limito, quando vado in giro per la mia bella città, a fotografare e pubblicare quello che vedo. Se a voi tre derelitti non piace, non è un mio problema.

Nico ha detto...

wasp, sono disinformatori cresciuti alla scuola di rosario.
ormai è palese.. anche, e soprattutto, alle forze dell'ordine.

tutto si somma al grande fascicolo.
;-)

Riccardo ha detto...

Consiglierei a tutti gli sciachimisti l'acquisto di un "barometro dell'ammiraglio Fitzroy", noto anche con il nome di storm glass, interessante dispositivo semi-magico con cui uno le scie chimiche se le può fare anche in casa.
Io lo uso insieme and un barometro di Goethe per ottenere previsioni del tempo totalmente sballate. Però mi diverto molto.

Nico ha detto...

Io consiglio l'acquisto di barolo

Non molto utile per scopi scientifici, certo, ma se devono fare la figura da beoti, tanto vale che sia perchè hanno bevuto del buon vino.

Orsovolante ha detto...

@Pirata.

A parte che probabilmente il tuo igrometro è del tutto sballato...

L'umidità relativa (sai che cos'è vero?) può cambiare anche spostandosi di pochi metri.

Esempio banale dal bagno di casa tua dopo fatta la doccia al salotto.
Per questo le capannine meteo (quegli scatolotti bianchi messi ad un metro e mezzo di altezza con le veneziane che dentro hanno termometri, igrometri pluviometri ecc..) sono realizzati e posti secondo ben determinate caratteristiche.

Un balcone al secondo piano ti darà sicuramente letture di umidità relativa ben diverse a quelle ottenute, magari in un giardino posto 250 metri di quota più su.

(hai presente la nebbiolina serale alta un metro che si vede alle volte su certi prati? Ecco li l'umidità è sicuramente del 100%, magari al terzo piano è solo del 60% se la giornata è stata appena ventilata).

Questo perché al contrario di quello che tu e straker vi ostinate a credere, l'atmosfera non è una melassa tutta ugguale ed i cambiamenti di condizione sono talvolta repentini e localmente influenzati da variabili locali (mai sentito parlare di "microclima"?)

Io temo tu ormai sia sulla china del "lo so ma non lo voglio ammettere" ma se cosi non è accetta il consiglio di nico e comperati un buon libro di meteorologia.

Orsovolante ha detto...

perdona la repplica in stile spam ma ti riguarda.

eccolo che si crede nuovamente l'ispettor Clouseò (come si scrive?)

Ora è convinto ( o cerca di far credere) che wasp sia a Roma ( ma wasp non ero io ovvero ross ovvero pennellatore che tutti sanno stare dalle parti di strakkino?)

http://www.tankerenemy.com/2009/06/il-canto-harmonico-articolo-del.html#c2071761275968945725

Pirata Pantani ha detto...

Innanzitutto la stazione barometrica da me utilizzata è il modello "BAR310HG".
Quindi, tralasciando per un momento l'ordine delle varie obiezioni che mi sono state poste, passo un secondo ad analizzare un punto scritto da WASP:

"Punto 3 - il tuo igrometro è uno dei più inaffidabili esistente sul mercato come dichiarano con i loro commenti gli appassionati in materia."

Ora, visto che io non l'ho scritto prima d'ora da nessuna parte, mi devi spiegare come fai ad aver detto una tal cosa, come fai ad essere così preciso nel dire che il mio modello (tra i tanti disponibili) di igrometro è tra i più inaffidabili del mercato. Quali sarebbero gli appassionati che lo usano, visto che non sai di quale modello stiamo parlando?
Ti linko il sito della oregon scientif,

http://www.oregonscientific.it/product.asp?c=1&s=1&p=438

così che tu possa appurare che questa ditta produce decine di strumenti anche molto differenti tra loro per prestazioni, caratteristiche e fascia di prezzo.
Tu non hai generalizzato, dicendo che quella ditta produce prodotti inaffidabili, tu hai asserito che proprio il mio modello( quindi usando un COMLEMENTO DI POSSESSO,come puoi anche vedere qui

http://www.dizionario-italiano.it/grammatica-italiana/grammatica-189.php

)è proprio uno dei più inaffidabili (lasciamo stare qui la grammatica che ti farebbe fare ulteriori grame figure, poi sono io che per un apostrofo messo in maniera errata vengo messo in croce....)

Quindi, se ancora ce ne fosse il bisogno, questo dimostra una volta di più il fatto che le tue risposte siano spesso superficiali e senza alcuna possibilità di riscontro logico, basate su elementi che nemmeno conosci, volte solo al discredito verso gli altri. Questa volta come vedi ti è andata un po' male, la zappa te la sei tirata sui piedi da solo.
Anche sforzandomi non riesco a capire come tu possa essere certo che "il mio igrometro" è tra i più imprecisi del mercato, da dove ricavi queste informazioni sul mercato degli igrometri e soprattutto sul mio, visto che tu non sai quale è?
E non puoi nemmeno saperlo, visto che non ho scritto prima il modello.
Probabilmente compare nel video che ho postato (non ho tempo per rivedermelo ed essere sicuro) ma anche se così fosse, tu non puoi averlo visto, perchè dici di non averlo visto, e che io non l'ho nemmeno postato quel video, ma di quello parlo più avanti nel messaggio.
Quindi la mia domanda, per quanto riguarda questa parte del discorso è: come fai ad asserire che il mio igrometro è tra i più imprecisi del mercato, e come fai a sapere che modello possiedo? Se sei così bravo non è che avresti per caso anche 6 numeri da giocare al Superenalotto?


@riccardo: quello che consigli te è credo sia uno psicrometro, utilizzato normalmente negli ambienti chiusi; esso consta essenzialmente di due termometri, entrambi costantemente aerati con un piccolo ventilatore: uno semplice per la misura della temperatura dell’aria (termometro a bulbo asciutto) ed uno ricoperto di un sottile strato di garza bagnata con acqua distillata (termometro a bulbo bagnato). La temperatura riportata da quest’ultimo, cui è sottratto calore per evaporazione (calore latente), è ovviamente minore. Dalla differenza fra i due strumenti, è possibile risalire all’umidità relativa attraverso una costante, tabellata dalla ditta costruttrice dell’apparecchio. Ad esempio, è evidente che se l’aria è satura di vapore (ed=es) non vi sarà evaporazione e la differenza di temperatura tra i due termometri è zero, di conseguenza UR=100%.

Pirata Pantani ha detto...

Per quanto riguarda la precisione dell'igrometro, proverò ad usarlo vicino ad altri strumenti, magari fotografando anche l'avvenimento, così che possa essere sicuro della sua efficacia.
Cmq sto cercando su internet i dati relativi ad accuratezza, incertezza, precisione, errore (sistematico e casuale) della stazione, se magari qualcuno li trova me lo dica, sulle istruzioni è solo presente la sensibilità e l'intervallo di operatività, che cmq sono buoni, come si vede qui

http://www.oregonscientific.it/assets/manuals/BAR310HG.pdf


@the foe-hammer
cosa vado a fare a Sanremo nei week end come recitava Raz Degan in un famoso spot ....sono solo fatti miei...., e comunque se ti interessa il discorso qui si discorre di umidità e non di altro.
I miei video non li sistema nessuno, riprendo ciò che vedo, poi "finalizzo" il mini-dvd, inserisco una mini-usb nella telecamera e travaso il contenuto nel mio pc...ecco svelato l'arcano mistero. Se poi credi che siano ritoccati ci sono degli esperti che possono provare questo con conoscenze e strumenti adeguati, rivolgiti magari a loro se credi ne valga la pena. Ti posso comunque assicurare che i miei filmati li vedi nella loro forma originale al 100%. Tutto qui.

Le mie statistiche invece non saranno il massimo delle scientificità (cercherò di migliorare in futuro) ma quei pochi dati che ho pubbliato sono reali (almeno combaciano con quanto letto sul display di telecamera, stazione meteo e termometro)

@Nico
il libro non mi ricordo più dove mi hai postato il titolo, se sei magari così gentile da ripetermelo stavolta me lo salvo (anche perchè qui ho attivato la visualizzazione delle risposte sulla mail così non mi perdo nulla)


Non mi sembra comunque di improvvisare, ho comunque una piccola preparazione in materia e qualche dispensa relativa a tali studi compiuti pochi mesi fa.


Senza guardare su wikipedia posso comunque dirti che si definisce umidità assoluta il peso di vapor d’acqua contenuto nell’unità di volume d’aria:
(sarebbe il rapporto tra il peso del vapore/ volume dell'aria espresso in kg/m3.)

Si definisce invece umidità relativa ( e quella misura il mio strumento) il rapporto tra la tensione di vapore effettivamente presente nell’aria (ed, misurata in Pa)e la tensione di saturazione a quella determinata temperatura (la tensione di saturazione varia col variare della temperatura, per essere brevi, più la temperatura è elevata, più un determinato ambiente può contenere vapore prima che questo condensi)

(es):
UR = (ed/es)*100 [%]

Si definisce deficit igrometrico o fattore di evaporazione la differenza:
D = es – ed [Pa]

Si definisce temperatura di rugiada la temperatura cui bisognerebbe raffreddare l’aria, a pressione costante e lasciando inalterato il contenuto di vapore, affinché questa diventi satura di vapore.

I fattori che possono modificare l'umidità possono essere molteplici.
Nel corso di una giornata, la tensione di vapore (diciamo il peso del vapore nell'ambiente, per essere un po'più comprensibile a tutti) ha un andamento molto legato a quello della temperatura: man mano che questa aumenta, l’evaporazione provoca un aumento della tensione di vapore, mentre, con l’abbassamento notturno della temperatura, la condensazione provoca una sua riduzione. L’umidità relativa ha un andamento del tutto opposto: è minima durante le ore di massimo soleggiamento (anche se c’è forte evaporazione) e massima nelle ore notturne. Questo perché la tensione di vapor saturo aumenta con la temperatura più che non la tensione di vapore (come spiegato prima, un ambiente più caldo riesce a contenere una maggior quantità di vapore prima che questa evapori) e quindi il rapporto ed/es decresce all’aumentare della temperatura.

Pirata Pantani ha detto...

@wasp
innanzitutto quanto sopra definito ti spiega perché alla sera l’umidità relativa è più alta (senza aggiungere che magari sei vicino ad una dorsale montuosa il che amplierebbe ancora l’effetto, vista l’aria fredda che scende dalla vetta)
ritorno con piacere al proprietario del blog, per vedere chi tra me e te dice più "belinate".
Rispondo punto per punto alle tue affermazioni.
i

1) non vogliamo parlare di pesante irrorazione? Benissimo, parliamo di anomalo passaggio di 15 aerei di linea in soli 50 minuti, ma quelli ho visto e filmato (se mi dai una casella di posta ti posso spedire il cd).
Peccato che in altre giornate, dalle 1108 alle 1158 di questi aerei di linea, ottimamente visibili ad acchio nudo....nemmeno l'ombra...stano eh.

2) sul mio blog c'è eccome il filmato, sei tu che non hai visto bene, è qui:

http://apemayala.blogspot.com/2009/06/2-giugno-aerei-dentro-e-sotto-i-cumuli.html

cmq a scanso di equivoci lo puoi anche trovare su youtube sul canale kpirata78

3) questo ne ho già discusso prima.
" uno dei più inaffidabili esistente sul mercato come dichiarano con i loro commenti gli appassionati in materia."
Io ho trovato questo commento su internet, di un tizio tutto sommato soddisfatto,infatti dice "Per quanto riguarda l'attendibilità delle previsioni, in linea di massima la stazione si comporta egregiamente, anche se un minimo di percentuale di errore è sempre possibile." e nei difetti dice che a volte "non imbrocca", però per il prezzo pagato non mi pare funzioni male.

http://www.ciao.it/Oregon_Scientific_BAR310HG__Opinione_1094407

se trovi altri commenti (con data antecedenti a questo post, nemmeno sarebbe da specificare) ben vengano, però posta anche i commenti che tu citavi nella tua risposta, sempre che questi commenti siano reali.

4) il due giugno è stata al mattino una giornata un po' nuvolosa. Nel pomeriggio le nubi sono gradatamente scomparse, aiutate forse anche da aerei con scia che ci passavano dentro come da me ripreso prima in mattinata, e poi nei boschi al pomeriggio (ho ripreso una nube che si dissolveva in un minuto dopo il passaggio di una scia, se ti spedisco il cd vedi tutto)
il post tuo me lo ricordo, non serve che me lo riguardo (al singolare, visto che sono da solo)

5) no, il 14 giugno non era a Spezia ma in licenza a Sanremo, da venerdì pomeriggio fino a ieri, non so quanto ti possa interessare ma è così.

6)non ho nessun guru, come ho già affermato in altre occasioni.
sei liberissimo come tutti di fare e fotografare quello che vuoi. Solo mi permetto di consigliarti una più accorta gestione dei settaggi della tua macchina.
fotografica.
Sei anche libero di informare, non credo invece di disinformare.
Asserire che io non ho pubblicato il video quando invece l'ho pubblicato, sparare a zero su un modello di stazione meteo che nemmeno conosci e puoi conoscere, quella non mi sembra invece una corretta informazione.
Ma puoi sempre rettificare ciò che hai scritto erroneamente. A partire dal sottoscritto, nessuno è perfetto.

Pirata Pantani ha detto...

@nico
la "scuola di rosario" non mi pare di averla mai frequentata.
Ho frequentato invece le seguenti, qualora magari ti servissero informazioni sul mio conto ti risparmio un po' di lavoro:

-scuola materna "Istituto Padre Giovanni Semeria" a Coldirodi
-scuole elementari "Padre Giovanni Semeria" a Coldirodi
-scuole medie "Alfredo Nobel" sez. staccata Coldirodi (valutazione esame 3^media: ottimo)
- scuole superiori "ITCG Colombo" Sanremo . Ragioniere Programmatore diplomato con 58/60.

in ambito militare:
- C.A.R. a La Spezia nell'agosto 98
- Corso L3 a La Maddalena da agosto 98 a dicembre 98 categoria NP/OE
- 2° Corso N.MRS a Mariscuola Taranto, categoria Furiere contabile (dal 99 al 2001)
- Corso I.MRS sempre a Taranto dal 09/2008 al 3/2009, con riconoscimento di crediti pregressi e conseguimento prossimo della laurea breve in "Scienze Organizzative Gestionali Marittime e Navali"...no....la scuola di Rosario non ce la ritrovo tra queste....

grande fascicolo??
mi citano nella Bibbia??


@Riccardo
Grazie, ma i due articoli non mi interessano granchè

@Nico
Ogni cosa al suo momento. Il vino, in misura moderata, lo lascerei per i pasti, magari accompagnato con della carne, magari un bel brasato al barolo.
La figura del beota non mi piace farla, e non mi pare di averla fatta.
Ciò non vuol dire che io non possa sbagliare, come ho già detto, nessuno è perfetto.


@orsovolante

-che sia del tutto sballato il mio igrometro questo è da verificare (se hai qualche metodo da suggerire ben venga)

-l'umidità relativa, ho già scritto cos'è, è molto variabile, difatti l'ho misurata nel medesimo punto e a distanza di pochi minuti, cmq l'esempio di un bagno chiuso e di una stanza adiacente non è molto calzante rispetto all'ambiente aperto (il mio terrazzo con vista a 360°) a cui mi riferivo.
L'umidità serale sui prati? Ho presente anche quella:

Quando la condensazione non va oltre la decina di centimetri dal suolo si avrà la formazione di rugiada o brina a seconda che la temperatura di rugiada sia o meno superiore agli 0°C.
Se l’aria al suolo è ad una temperatura inferiore allo zero la rugiada lascia il posto alla brina formata da cristalli di ghiaccio. In presenza di nebbia la brina arriva a ricoprire perfino gli oggetti che si stagliano anche ad alcuni metri sopra il suolo e si parla in tal caso di galaverna.

Non ho mai affermato che l'atmosfera sia "una melassa tutta ugguale"

Io metto in discussione la presenza di aerei a bassissima quota, su rotte che non esistono, almeno per gli aerei civili, ma di questo al momento non dico altro.

Pirata Pantani ha detto...

P.S.
@ The foe-Hammer
sul mio profilo il nome non ci è mai stato, ogni tanto lo metto come firma ai miei messaggi, ma non mi sembra obbligatorio metterlo nel profilo.
A proposito....e tu chi saresti??

saluti


Franco Scarpa

Riccardo ha detto...

@pirata

Guarda che le cose non si im parano facendo il copia e incolla dei libri.

Pirata Pantani ha detto...

infatti, oltre a saperle quelle cose, le ho pure commentate se leggi bene.
Avrei anche altre cose da fare nella vita che stare dietro chi si sforza di travisare sempre tutto

The Foe-Hammer ha detto...

Pirata ti ho chiesto perche' vai a Sanremo perche' mi suona strano, se pensi veramente che venga pesantemente irrorata chimicamente, che tu vada in un posto così pericoloso. Pero' come dici sono fatti tuoi.
Per quanto riguarda la statistica, pochi dati non potrai mai fare una seria analisi statistica. Sono solo dati messi a caso.
Dal tuo curriculum vedo che sei esperto di gestione contabile più che di chimica, meteorologia e fisica. Forse faresti bene a non pontificare troppo su argomenti che conosci poco.

Pirata Pantani ha detto...

Come ha fatto notare anche Riccardo, certi argomenti li ho studiati di recente.
e poi c'è sempre internet se uno ha voglia di approfondire, oppure i libri.
Il fatto che una persona sia professionalmente preparata su uno specifico campo non gli impedisce di approfondire altre tematiche.
Conosco colleghi contabili che sanno persino fare i muratori con ottimi risultati, o un infermiere che fa il pittore (e ha fatto mostre importanti a Roma), oppure un motorista con l'hobby della fotografia. (giusto qualche esempio dell'equipaggio di una piccola nave come quella dove sono imbarcato)
Va bene la specializzazione, ma mai ridurre i propri orizzonti

Nico ha detto...

Pirata.. strana coincidenza.. scrivi post chilometrici.. come arturo..

quando posti tu, arturo sparisce..

ste scie fanno strane cose.. e sono bianche.. risaltano molto sullo specchio.


ti vedo molto attivo a tutte le ore, anche su facebook sui siti di VERA INFORMAZIONE dove si dice che le scie non sono chimiche.

Una cosa devo darti atto, se non sei arturo.. non sei mai volgare. dovresti dare lezioni ai sanremesi, per i quali sto confezionando una hit parade delle loro migliori accuse infondate, minacce e ingiurie.. che sarà poi proiettato alle prossime conferenze che raccontano i falsi nell'informazioni (hanno il posto d'onore).

Non ti ho consigliato un libro, ti ho detto che era meglio comprarne uno (a scelta tua, l'importante è che sia un libro scritto da un meteorologo.. ci manca che impari una scienza da un geometra disoccupato. E' come se venisse da te un imbianchino a insegnarti ragioneria.. penso che storceresti il naso.

saluti dal veneto, dal cielo blu e stasera con un venticello veramente delizioso.
alla faccia di chi si inventa cieli di merda perchè li ha in testa :D

The Foe-Hammer ha detto...

Pirata va benissimo approfondire altre tematiche oltre a quella delle proprie competenze, pero' in questo caso bisogna avere l'umilta' di riconoscere che c'e' chi ne sa piu' di te. Nel caso specifico i meteorologi, che sostengono che le scie chimiche sono una bufala. Per cui fai un po' te se credere al Marciano' o agli esperti. Pero' non andare in giro a sostenere tesi che chi ne sa piu' di te ne ha dimostrato la falsita'.

PS
Come ti chiami e se sei veramente chi dici di essere non mi interessa minimamente, anche perche' non ci sarebbe possibilita' di verifica

genesis61 ha detto...

Non mi ricordo il nome ... ma costui non è il militare (marina?) che intervenne in soccorso di Sterker a Milano il 19/4 ???

genesis61 ha detto...

Guarda caso PP ha postato il suo primo blog 3 giorni dopo (il 22/4) ... sarà un caso ... noi di Boyager crediamo proprio di no !!!

LOL

Anonimo ha detto...

Esimio signor Scarpa su facebook ha scritto :

Franco Scarpa ha scritto
alle 13.16 del 15 giugno 2009
Certo caro Rxxxxxx Axxxxxx che ci sto, dato che sono imbarcato su Nave Palinuro ....

Quindi il 15 Giugno alle ore 13.16 era sulla nave Palinuro.

Il 16 giugno 2009 ore 22.19, lei posta su questo blog.

E' gia sceso dalla nave, suppongo militare, oppure a bordo delle navi della marina italiana permettono di cazzeggiare su internet ?

zanzara ha detto...

Nave Palinuro è una nave scuola chi sà se i suoi ufficiali superiori leggono quel che scrive e quello a cui dice di credere non sò se gli farebbe bene alla carriera.........

Pirata Pantani ha detto...

Caro signor...????
caro signor "Anonimo", magari per comodità proverò a chiamarla Riccardo ( come Riccardo Cuor di Leone), non è che i miei orari siano pubblici, ne di molto interesse per lei.
Cmq se fosse un po' più attento su quanto si scrive in rete, ho già scritto (mi pare proprio su questo blog) che lunedì 15 giugno ero in licenza, quindi mi dispiace per lei, che magari cercava di asserire cose sbagliate, ma quel giorno mi potevo collegare un po' quando volevo.
E così, giusto per informazione, anche se fossi stato sulla nave il cessa lavori sarebbe stato alle ore 13:00, quindi alle 13:16 sarei potuto essere un po' ovunque: in montagna, su una spiaggia, collegato ad internet...insomma, senza vincoli fino alle 8 della mattina seguente (magari se lei ha fatto il militare qualche annetto fa si ricorda un ambiente un po' diverso, dopo il 1990 le cose sono un pochino cambiate per quanto riguarda l'orario di servizio).
Alla luce di tutto questo, caro Riccardo, 16 giugno...orario 22:19, credo che la risposta se la possa dare da solo sui miei vincoli in quell'orario.
Anche se sono a bordo (come ad esempio in questo momento) mi collego tramite un modem HDSPA privato, col mio pc portatile privato, giusto per informazione, magari gli venisse in mente qualche altra ipotesi stampalata.
Quanto al cazzeggiare. In parte il termine è azzeccato. Benchè non sia (per adesso.....) vietato farlo in orario non di servizio, certo che essere su certi siti può essere definito tale.
Cmq quando mi collego lo faccio per informarmi su siti molto seri (ad es effedieffe, tanto per dirne uno che seguo molto) .
Su siti frequentati da gente che lascia il tempo che trova ci vado ogni tanto, giusto per leggere le castronerie che asseriscono e rispondere ogni tanto a chi si crede tanto saccente e invece non sa un bel niente.

Per quanto riguarda quello che credo, scrivo , parlo, potrà sembrare strano a qualcuno ma anche da queste parti vige una cosa che il più delle volte viene definita "libertà di pensiero".
In ambiente militare ci sono certamente argomenti che vanno trattati con qualche cautela, altri argomenti che invece non si possono trattare in pubblico, altri ancora che invece non si conoscono. E io rispetto sempre queste regole che sono tenuto a rispettare, quindi i miei Ufficiali Superiori (meglio se scritto con le maiuscole, tralasciando gli strafalcioni di italiano che ho letto in giro), gli Ufficiali Inferiori e tutti quelli che ho sopra di me gerarchicamente (molti dei quali leggono già quello che scrivo ad es. sul network Facebook o tramite email) non hanno modo di nutrire alcun "risentimento" nei miei confronti.

Spero che basti come spiegazione ai "non addetti ai lavori", il blog non è certo il mio (anche se il proprietario ogni tanto è un po' assente....aspetto sempre una risposta relativa a come faceva a conoscere quale era il mio modello di stazione meteo portatile, visto che in altro post ha sparato a zero sui dati da essa rilevati definendola una delle più imprecise presenti sul mercato, pur non conoscendo l'esatto modello in mio possesso), non vorrei rischiare di annoiarvi troppo.

Saluti

Riccardo ha detto...

Non ho capito cosa c'entrerei io in tutto questo, ma ormai mi aspetto di tutto. Però ho una curiosità: su quale nave hai detto che sei imbarcato?

Nico ha detto...

Quindi ricapitolando:

tankerenemy ha contatti con politici e militari... E CHIAMA NOI ASSASSINI???

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
HAHAHAHAHAHAH

STERKER: PUPPPPAAAAAAAA SEI RIDICOLOOOOOOO!!!!!

The Foe-Hammer ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
The Foe-Hammer ha detto...

E bravo Pirata fai anche tu l'investigatore come straker e vibravito, con quale criterio hai individuato in Riccardo l'anonimo ?
Sito serio effedieffe ?
Quello di Maurizo Blondet, noto complottista, accusato di antisemitismo e razzismo.
Se sono questi i siti seri per te, capisco perche' dici tante sciocchezze.

Pirata Pantani ha detto...

No, devo sinceramente chidere scusa a Riccardo, il signore che compare nella foto con la macchina fotografica in mano.
Lui non c'entra nulla.
Non volevo certo riferirmi a lui.
Non ricordavo che c'era già un nick con quel nome.
La mia era solo una battuta rivolta a tale "Anonimo". Battuta che cmq avevo spiegato, magari in malo modo visto che molti non l'hanno capita.
Il Riccardo si riferiva a Riccardo Cuor di Leone (e non certo, ripeto, all'utente con nick Riccardo già presente) per fare una battutta su chi scrive coraggiosamente in modo assolutamente anonimo, tutto qui.
Certo, presentarsi non è assolutamente obbligatorio, ma quando si fanno delle insinuazioni (che è facile dimostrare quanto poi siano infondate) sarebbe magari cosa cortese farlo, anche solo con un nick (questa è la mia personalissima visione).

Per quanto riguarda Blondet, basta leggere i suoi libri per farsi un'idea della sua coscienza. Certo, non condivido tutti i suoi pensieri, ma buona parte si,soprattutto quando parla di cose terrene.

Nico ha detto...

Pirata, si potrebbe certo presentarsi, se fosse una normale conversazione tra persone oneste, ma sapendo come il tuo capo usa le informazioni personali delle persone ottenute illegalmente (penso tu abbia visto il post di Kash), bisognerebbe essere dei deficienti.
Vista la tua "aderenza" a queste persone, accontentati al massimo di un nickname.

The Foe-Hammer ha detto...

Pirata se ti fa piacere ammirare Blondet sei libero di farlo, contento te !
Resta il fatto che Blondet e' decisamente antiebraico, anche se maschera cio' solo come avversione ad Israele.
Per quanto riguarda nick o commenti anonimi ha ragione Nico, basta vedere cosa il Marciano' ha fatto con "fioba" di cui ha ricevuto, illegalmente, le generalita'da pepe ramone di contraradio: ha immediatamente provveduto a pubblicarne i dati personali e a metterlo nella lista di proscrizione. No pirata non ci fidiamo di chi ne prende, come te, le sue parti.

The Foe-Hammer ha detto...

Dimenticavo pirata, la tua battuta su Riccardo Cuor di Leone, non l'ha capita nessuno.

Pirata Pantani ha detto...

non avevo dubbi...

The Foe-Hammer ha detto...

Infatti pirata, per fare le battute che si capiscano, bisogna saperle fare. Non e' proprio il tuo caso.

PS

Guarda che ho capito che con il tuo commento volevi darmi del tonto.
Salutami quel genio di strakkino