venerdì 26 novembre 2010

26-11-2010 - NEVE A TAGGIA? NO: "GRAUPELN"

SANREMO, venerdì 26 novembre 2010

Leggerezze e approssimazioni sulla stampa on-line, oggi, e le precisazioni di Achille Pennellatore.

Sanremonews lancia la prima "palla" di neve a Taggia:

Nevica a Taggia, sulla costa solo un lieve pioggia, le foto di un lettore
venerdì 26 novembre, 13:50

Nevicata eccezionale ma non certo inaspettata. Infatti in questi giorni oltre al calo delle temperature era prevista anche la neve a bassa quota.


Grandine e neve si sono abbattute su Taggia per l'ora di pranzo. Il peggioramento delle condizioni climatiche con nevicate anche a bassa quota era atteso proprio in questi giorni. Al momento non si segnalano particolari disagi o incidenti ma bisogna fare attenzione. Su Sanremo e più in generale sulla costa al momento non si registrano ancora fiocchi di neve ma già stamattina si era registrata una perturbazione di carattere lieve proprio sulla città dei fiori. Secondo le previsioni meteo rilasciate stamattina dal Centro Meteo Portosole, la tendenza per il pomeriggio è verso il miglioramento pur non escludendo qualche piovasco fin a diventare temporale.
(Stefano Michero)


La correzione di Achille Pennellatore

Mi spiace, ma non è così. Non si è trattato di una nevicata su Taggia questo pomeriggio, bensì della caduta di graupeln, un gragnuolino fatto di palline pastose di ghiaccio che nulla hanno a che vedere con la neve, in quanto può capitare che cada anche nella stagione estiva. In poche parole, un derivato della grandine,... anche se molto fine.
Saluti a tutti, achille pennellatore, Portosole.

Achille Pennellatore

Dico questo perché chi vuol fare informazione corretta, si documenta, chiede infromazioni a chi è specializzato nel settore (non necessariamente a me, ci mancherebbe altro!). Così hanno fatto Carlo Alessi per Sanremo News e Bruno Monticone ...per La Stampa.
Invece, come accade per la politica, il giornalista free lance di turno improvvisa, lui sa, non ha bisogno degli altri e poi fornisce un'informazione che non informa, non erudisce i lettori, ma li mantiene nell'ignoranza.
Domani dirò la mia su Radio Onda Ligure che involontariamente ha preso e rilanciato la notizia della nevicata che nevicata non è stata. achille.

Sanremonews si affretta a correggere...

Non era neve quella di Taggia, ma 'Graupeln' una grandine molle. La conferma da Pennellatore
venerdì 26 novembre, 15:59

Il meteorologo sanremese ci dà la spiegazione tecnica del fenomeno e preannuncia forti piogge per martedì che, sopra i 1200 metri si trasformeranno in fitte nevicate.



“Non era assolutamente neve, ma quello che in gergo tecnico si chiama ‘Graupeln’, tradotto in italiano ‘Gragnuolino’”. Lo ha detto Achille Pennellatore, meteorologo del Centro Meteo di Portosole a Sanremo, che ha quindi ‘sconfessato’ la precipitazione del primo pomeriggio di oggi, che ha colpito soprattutto il centro abitato di Taggia ma che, incredibilmente, non ha raggiunto centri montani più alti. Ad esempio non ha nevicato in Valle Argentina e non vengono segnalate precipitazioni in alta Val Roya e nel basso Piemonte.
“La precipitazione di oggi a Taggia – prosegue Pennellatore – è una grandine che, dopo essersi staccata dalle nuvole che l’hanno generata, si scioglie ed avvicinandosi al suolo assume un aspetto molliccio, che fa pensare alla neve. La potremo definire una sottospecie di grandine, ma non assolutamente neve. A conferma dell’impossibilità di una nevicata – prosegue – la temperatura che, al momento della precipitazione, era di 7,2 gradi a Sanremo, quindi al massimo a Taggia poteva essere di 5 gradi. Si tratta di un fenomeno che si è registrato negli anni scorsi anche a Bordighera, addirittura in estate”.
Lo stesso Pennellatore ha poi confermato le previsioni per i prossimi giorni. Durante la giornata odierna sono previste ancora piogge intermittenti che, in montagna e sopra i 400/500 metri, potranno essere nevose. Da questa sera è previsto un miglioramento fino alla serata di domani, quando saranno possibili nuove precipitazioni in estensione a domenica, ma mai di forte intensità. Lunedì una giornata di tregua ma, attenzione, martedì le piogge saranno decisamente più intense, le temperature aumenteranno portando il limite pioggia-neve a 1200/1300 metri. Sono previste forti nevicate sul basso Piemonte.
(Carlo Alessi)

Sanremonews : lettere al direttore

venerdì 26 novembre, 17:56
Taggia: oggi 'nevicata' di graupeln, lettore "definito dai vecchio come neve corsa"

Un lettore Angelo interviene con una curiosa segnalazione sul fenomeno del graupeln


"Il fenomeno della grandine-neve è conosciuto da tempo immemorabile in tutta la liguria occidentale. Io sono originario di Dolcedo e il fenomeno era definito dai vecchi come "neve corsa" in quanto si verifica prevalentemente quando le nuovole arrivano da sud.
Era considerato dai contadini pericoloso in quanto la neve si attaccava ai rami delle piante e, essendo più pesante della neve tradizionale, spezzava con facilità i rami degli ulivi".




Franco Zoccoli

I nosci veci i a ciamava " neve corsa "
ciau Asciletu ...

Achille Pennellatore

Na Francu "Scroi", l'è in'autra cosa a neve corsa. Sa lì l'è stà gragnöra pecìna pecìna. Cun 5°/6° nu pö nevicà, metèivelu bèn in ta testa.
asciletu.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

quà la chiamano anche gragnola


Karl

Anonimo ha detto...

qua la chiamano anche stagnola



Stalin

Orsovolante ha detto...

hahahaha immagino già la rabbia di strakkino per avere perso l'occasione di imbastire una delle sue epiche arrampicate sugli specchi, tentando di dimostrare che il fenomeno è stato causato dalla pseudomonas dispersa insieme alla silice... Sono però certo che inventerà qualcosa